Un po di storia

In foto

Arrivata in Belgio

Già nel 1922, un accordo tra il Belgio e l'Italia fu preso per l'invio di lavoratori italiani nelle miniere belghe. Dopo quest'accordo, molte famiglie, accompagnate da cittadini italiani che fuggono la loro patria a causa della situazione politica (ascesa del'fascismo), emigrarono. E nel 1922 che la prima famiglia italiana, SPANGARO di Biauzzo, venne ad abitare a Hennuyères...
Nel 1945, in seguito alla guerra, la produzione in Belgio di carbone era insufficiente, per mancanza di mano d'opera, per garantire gli obiettivi della ricostruzione nazionale e l'Italia aveva bisogno di carbone. Contatti sono allora stabiliti tra il Belgio e l'Italia ed arrivano, il 20 giugno 1946, alla firma di un Protocollo tra i due paesi. In questo protocollo, chiamato:"accordo uomo - carbone"; l'Italia si impegnava ad inviare in Belgio 50000 minatori in 6 mesi al ritmo del 2000 partenze al mese (occorrerà attendere 1952 perché questa cifra sia ottenuta) ed il Belgio venderebbe all'Italia 200 chili di carbone al giorno e per emigrato. Ma quest'accordo permetteva soprattutto all'Italia, che aveva scelto il campo ostile all'inizio della guerra 40 -45, di ridorare la sua stemma e prendere un posto nella ricostruzione dell'Europa. Sono in questi anni che numerose famiglie della regione di Codroipo sono venute ad abitare a Hennuyères. Il principale datore di lavoro erano le fornaci di Hennuyères, ma alcuni hanno lavorato in aziende agricole, alle carriere di Quenast o nelle acciaierie di Clabecq. L'8 agosto 1956 a luogo la terribile catastrofe mineraria du Bois du Cazier,che fece 262 morti fra i quali 136 italiani. Quest'evento causerà una reazione del governo italiano che rompe l'accordo del 1946.

L'integrazione

Lasciando poco a poco la loro "cantina" per stabilirsi in paese o nei dintorni ed attraverso il loro lavoro, gli italiani si sono poco a poco integrati alla popolazione. Il cammino fu lungo, spesso penoso. Gli italiani e le altre nazionalità erano percepiti come ladri di lavoro. Al contrario hanno contribuito a trasformare il Belgio nel paese che è ora. La presa di coscienza de l'installazione definitiva degli italiani è tardiva, e solo nel 1980 che le autorità belghe realizzano, dopo una politica d'immigration, una politica d'integrazione.

Che sono diventati?

Negli anni 1960-1970 numerose famiglie sono tornate in Italia, gli altri sono restati a Hennuyères o nei dintorni, ed alcune sono già alla terza o la quarta generazione. Queste generazioni sono il legame tra passato e futuro.